Musicoterapia e fisco

25 marzo 2013

La notizia non è nuova (risale al giungo 2012) e molto probabilmente con tutti i cambiamenti avvenuti a livello economico non so nemmeno se si atuttora in vigore ma solo qualche settimana fa parlando con una mia allieva sono arrivato a conoscenza di una circolare dell'Agenzia delle Entrate, per la precisione la circolare  01 giugno 2012, n. 19/E. In questo documento si parla genericamente di Irpef, quesiti, agevolazioni fiscali per disabili, detrazioni a carico di famiglia, detrazioni d'imposta del 36%, spese sanitarie....insomma tutte cose poco vicine alla "forma mentis" di un musicista. La cosa rientra nel nostro mestiere perchè al capitolo 3 "Agevolazioni Fiscali in favore dei disabili" e nello specifico al punto 3.3 "Ippoterapia e musicoterapia" c'è scritto " D. Le spese sostenute per familiari portatori di handicap per la frequenza di corsi di ippoterapia e musicoterapia finalizzati alla riabilitazione effettuati in centri specializzati, se corredate da specifica prescrizione medica, possono essere dedotte dal reddito complessivo ai sensi dell'art. 10, comma 1, lett. b) del TUIR? R. L'articolo 10, comma 1, lettera b), del TUIR prevede la deduzione delle "spese mediche e di quelle di assistenza specifica necessarie nei casi di grave e permanente invalidità o menomazione, sostenute dai soggetti indicati nell'articolo 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104". Il medesimo articolo, al comma 2, precisa che "le spese di cui alla lettera b) del comma 1 sono deducibili anche se sono state sostenute per le persone indicate nell'art. 433 del codice civile", anche se non fiscalmente a carico. Ecco il documento completo agenzia-entrate-circ-19-e-2012 Vale la pena di approfondire e informarsi meglio. Buon lavoro a tutti

top
© Copyright - MTONLINE 2012 - Wordpress Theme by ProjectX